Il troppo storpia?

Written By Pamela Matzuzzi on martedì 13 novembre 2012 | 23:21

Care amiche,
il post di oggi lo voglio dedicare ad un argomento un po' particolare ed in un certo senso ambiguo: quando si può dire "troppo" quando si parla di stile?
Non esiste un giusto o sbagliato in assoluto quando si parla di stile e look, l'armonia si crea attraverso una serie di particolari che fanno la differenza ed attraverso una sinergia tra ogni singolo pezzo del nostro look con gli altri e con noi stesse, e questi dettagli sono in grado di donare così come di togliere armonia alla figura.
Quindi, vi chiederete voi, devo affidarmi al mio buon senso e che Dio me la mandi buona? Sì e no, rispondo io. Sì, perché se non c'è un minimo di senso estetico è molto difficile compiere scelte giuste e ponderate. È anche vero però che ormai la tv, i magazine, le pubblicità e quant'altro, ci bombardano sempre più con modelli di stile da seguire e, per apprendimento involontario, chi più chi meno, è siamo riuscita a maturare un gusto sufficiente a comprendere almeno i fondamentali del buon senso estetico.
Detto ciò, è anche vero però delle regolette che ci vengono in contro per evitarci grossolane cadute di stile. Quella che io ritengo fondamentale è quella che ha dato il titolo a questo post, ossia il troppo storpia. Quando creiamo i nostri outfit è sempre bene riflettere se tutti i pezzi che stiamo utilizzando servono veramente all'economia del look. Spesso, specialmente noi donne, tendiamo a farci prendere la mano perché magari abbiamo la collana nuova che non posso non mettere oggi... però in effetti c'è anche questa sciarpina che si abbina perfettamente al vestito... oh, e il cerchietto con il fiore 20x20? Non posso non metterlo, riporta le stesse tonalità delle scarpe!
Bene, anzi male, questo non va bene! Sono la prima che quando pensa a come vestirsi la mattina metterebbe tutti i vestiti e gli accessori che mi stanno simpatici nello stesso momento, ma bisogna pensare in un'ottica appunto di armonia della figura, che dev'essere leggera e non appesantita, deve essere valorizzata e non penalizzata da ciò che indossiamo. Quando realizziamo i nostri outfit aggiungiamo i pezzi uno alla volta e fermiamoci a riflettere ogni volta se l'outfit potrebbe andare bene anche così o appaia spoglio ed incompleto.
Tuttavia il troppo non riguarda solo il troppo inteso in senso numerico ma riguarda tanti altri aspetti, uno di questi riguarda la scelta degli abiti. Mi sto riferendo a gonne troppo corte o a pantaloni troppo lunghi, che puliscono il suolo sul quale ci muoviamo. In questi casi il consiglio generale è quello di portare gonne che lascino scoperto il ginocchio e non lo superino eccessivamente in quanto questo rappresenta la misura ideale per una gonna. Per quel che riguarda le minigonne è banale e superfluo specificare che sono un capo off limits, riservato a coloro che hanno gambe perfette ed una corporatura esile. In ogni caso, anche coloro che possono permettersi una minigonna (e non solo loro, ma chiunque porti abiti che lasciano scoperte le gambe) devono ricordare il principio per il quale se scopri il decollette, copri le gambe e viceversa, non bisogna mai scoprire entrambi nello stesso momento perché si finisce coll'apparire volgari.
Il troppo storpia anche quando si parla di make-up, in questo caso la regola generale è quella di concentrare la parte forte del makeup in un unico punto del viso. Se avrò un trucco forte sugli occhi, la bocca dovrà essere colorata con toni naturali e nude e viceversa.

Bene amiche, il post di oggi finisce qui, mi pongo un limite perché avrei scritto per ore di quest'argomento ma... mi contengo!
Alla prossima,
kiss kiss
Pam
SHARE

About Pamela Matzuzzi

0 commenti :

Posta un commento