Home » , , » TAG: Penso, dunque scrivo

TAG: Penso, dunque scrivo

Written By Pamela Matzuzzi on mercoledì 24 ottobre 2012 | 19:23


Care amiche e cari amici,
il post di oggi sarà decisamente eterogeneo rispetto ai contenuti soliti del mio blog, per loro natura più frivoli e meno impegnati dal punto di vista politico. Ciò di cui vorrei parlare con voi oggi è la cosiddetta legge "Salva-Sallusti": che palle, direte voi, io son qui per avere ispirazioni modaiole, che me ne frega della Salva-Sallusti? Molto più di quanto crediate. Ho deciso di scrivere questo post sotto forma di tag perché vorrei che tutti facessimo sentire la nostra voce contro questa ennesima legge liberticita, che sta portando, insieme ad altri problemi noti a tutti che non sto qui ad elencare, al tracollo del nostro bellissimo paese.
Ma andiamo con ordine, cos'è la Salva-Sallusti e perché nasce? Nel 2007 un giornalista che si firma come Dreyfus pubblica sulle pagine del quotidiano Libero un articolo si accusa un giudice di aver costretto una ragazzina di 13 anni ad abortire. La notizia ovviamente, narrata in questi termini, è falsa e Sallusti, in quell'anno direttore di Libero, il 27 Settembre 2012 viene condannato a 14 mesi di carcere per omesso controllo da parte del Direttore responsabile (per maggiori informazioni fate qualche ricerca su google, il web è pieno di approfondimenti... per ora!). Il succo della questione è che, in quanto direttore responsabile di Libero, Sallusti avrebbe dovuto vigilare su ciò che nel "suo" giornale veniva scritto.
Indignati per una pena che appare a tutti eccessiva, anche a chi non è esattamente filo-Sallusti, si pensa inizialmente ad una modifica dell'articolo 21 della nostra costituzione al fine di eliminare il carcere dalle possibili pene per reati di questo genere, poiché ritenuto una pena eccessiva se commisurato al genere di reato commesso. La situazione sembra quasi idilliaca: si dibatte, si cerca una soluzione giusta ed equa, che salvaguardi il bene di tutti finché... finché qualcuno non si è ricordato che siamo in Italia e qui il bene di tutti viene messo decisamente in secondo piano in favore del bene di pochi, i pochi che stanno al potere, sia esso un potere di destra o un potere di sinistra.
A riprova di ciò, un esponente del Pd ed uno del Pdl, si danno la mano e buttan giù la salva-Sallusti. Ovviamente salvare Sallusti è solo un pretesto, chi si vuole salvare è ancora la casta, che diventa sempre più intoccabile. Si sa, la stampa spesso e volentieri è scomoda e talvolta catastrofica per le vite dei nostri politici corrotti, che credendosi beati da Dio, stanno creando attorno a loro stessi una sfera di intangibilità che permette loro di fare il bello e il cattivo tempo sulle sorti del nostro povero paese, rendendo così impossibile qualsiasi tipo di contraddizione od opposizione al proprio "operato".
Con la salva-Sallusti si vanno a colpire non solo le testate giornalistiche più note, ma qualsiasi tipo di informazione sia cartacea che virtuale, compresi i libri-inchiesta ed i blog. Si dice che gli italiani non siano soliti mobilitarsi finché non vengono colpiti i loro propri interessi: bene, facciamo finta che sia vero. Vogliamo continuare a scrivere i nostri blog, liberi di scrivere ciò che pensiamo di chiunque senza temere querele? Vogliamo poter dire che, gira voce che la casa produttrice di prodotti makeup PincoPallino (spero non esista sul serio!!!Ahahahah) testa i prodotti sugli animali mentre afferma il contrario? IO LO VOGLIO!
Trovo sia giusto che le notizie circolino, anche se si tratta solo di supposizioni, si chiama libertà di parola. È chiaro che, come ogni arma, anche quella della parola e della diffusione mezzo internet, va usata con parsimonia e raziocinio. Non si può scrivere tutto ciò che ci balza in mente solo perché nessuno ce lo vieta. La buona fede di chi scrive deve essere anteposta ad ogni interesse secondario, chi scrive deve scrivere al solo scopo di informare e, se si tratta di una propria opinione, è sempre bene dichiararlo apertamente, onde evitare fraintendimenti. Ma detto ciò io voglio essere libera di scrivere ciò che penso, che credo, che vivo e che vedo. Penso, dunque scrivo. Non voglio si torni ai tempi del fascismo, nei quali chi faceva opposizione al regime veniva condannato e le notizie circolavano solo in gran segreto e con grande difficoltà, nel costante timore di essere scoperti.
Con la salva-Sallusti anche il piccolo blogger, non rischia solo la querela, ma rischia di rimetterci bei soldini, che il 99,9% delle volte nemmeno possiede, in quanto scrive per hobby, punto e basta.
Non voglio entrare nello specifico di ciò che comporta la proposta di legge, vi lascio qualche articolo di approfondimento di blog e testate giornalistiche che parlano dell'argomento in modo che possiate leggere da soli e farvi un'opinione. Se qualcuno di voi ha qualche link di approfondimento da consigliarmi sarò ben felice di inserirlo in questo post, sia esso di destra o di sinistra.
http://www.blitzquotidiano.it/
http://www.agoravox.it/
http://www.repubblica.it/ (di questa serie di articoli vi consiglio specialmente l'articolo di Merlo, che  personalmente trovo molto interessante)
http://www.ilgiornale.it/
http://www.ilfattoquotidiano.it/

Non sono una giornalista professionista, né un'esperta di politica. Con questo articolo non ho la pretesa di fare informazione, perché molte dinamiche di questa vicenda sfuggono anche a me, vorrei solo invitarvi ad informarvi e a riflettere su quanto accade. Spero di essere riuscita almeno in questo modesto proposito.

Baci,
P
SHARE

About Pamela Matzuzzi

7 commenti :

  1. Sono d'accordo anch'io sulla libertà di opinione, assolutamente! Purchè non vada a ledere la dignità di altre persone. Bisogna anche ammettere che a volte si scrive per colpire e mettere in cattiva luce qualcuno solo perchè si hanno opinioni politiche opposte o per cattiveria... Ecco, secondo me andrebbero analizzati i singoli casi da parte di magistratura e addetti ai lavori, e non generalizzare condannando a prescindere chi scrive di chi. Mi trovi d'accordo col tuo pensiero!

    RispondiElimina
  2. sono bellissimi questi tag, fan si che ci si conosca meglio tra noi blogger.

    RispondiElimina
  3. ben vengano i post così...che facciano riflettere...BRAVA! E GRAZIE...

    RispondiElimina
  4. Complimenti!!! Bel blog...e bei pensieri :)

    RispondiElimina
  5. è un bellissimo tag on un ottimo argomento, se troverò un po' di tempo esprimerò anche io la mia opinione che comunque condivido con la tua... nuova follower, se ti va di passare da me :)

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutte per aver risposto ed espresso il vostro pensiero! Passerò senz'altro a visitare i vostri blog! ^_^

    RispondiElimina